La biblioteca comunale accoglie il fondo librario “Miriam Mafai” per ricordare il legame affettivo che unì la giornalista, scrittrice e politica italiana scomparsa nel 2012 al borgo cetonese. Sabato 15 dicembre, alle ore 17.30, la Sala Santissima Annunziata, in Piazza Garibaldi, ospiterà la presentazione della donazione del fondo librario “Miriam Mafai”, voluto dai figli Sara e Luciano Scalia nel rispetto della volontà della madre, e del premio di laurea in onore della scrittrice istituito presso l’Università degli Studi di Siena. L’appuntamento sarà l’occasione per ricordare la figura di Miriam Mafai, giornalista, scrittrice e politica per molti anni compagna di Giancarlo Pajetta, storico esponente del Pci, insieme a Eva Barbanera, sindaco di Cetona; Fiorenza Aureggi, presidente del Lions Club di Chiusi; Sara e Luciano Scalia; Riccardo Castellana, professore di letteratura italiana contemporanea presso l’Università degli Studi di Siena e Paolo Franchi, editorialista del Corriere della Sera. A chiudere l’iniziativa sarà una visita guidata alla biblioteca comunale di Cetona, che si trova all’interno del Municipio.

Il fondo librario “Miriam Mafai” comprende circa millecinquecento libri che coprono l’arco della storia italiana moderna e contemporanea e della politica e sociologia del nostro Paese, di cui molti contengono dediche degli autori e di personaggi politici entrati nella storia del Novecento italiano. Il Premio di laurea intitolato a Miriam Mafai, invece, è stato istituito dal Dipartimento di filologia e critica delle letterature antiche e moderne dell’Università degli Studi di Siena ed è finanziato dal Lions Club Chiusi guidato dalla Presidentessa Fiorenza Aureggi. Lo stesso Lions Club supporterà il lavoro di catalogazione dei numerosi volumi donati alla biblioteca comunale di Cetona rendendoli fruibili su Redos, la Rete Documentaria Senese formata dalle biblioteche e dagli archivi della provincia di Siena.

La biblioteca comunale di Cetona, che arricchirà il suo patrimonio con il Fondo Mafai, conserva circa 45 mila volumi e propone una sezione dedicata ai ragazzi, una biblioteca per i più piccoli, un fondo antico, un fondo corrente e alcuni fondi specialistici, quali Coppa, Villari, Frugoni, Santi, Spinola, Palma di Cesnola, Fabietti, Giordano e Ceronetti, che comprendono volumi e materiali dedicati a materie storiche, artistiche, socio-economiche, giuridiche, filosofiche e teatrali.